TEODOSIO E SANT’AMBROGIO

“Voi pensate: i tempi sono cattivi, i tempi sono pesanti, i tempi sono difficili. Vivete bene e muterete i tempi.” S. Ambrogio

Si narra dell’incontro di Teodosio I, con l’arcivescovo di Milano, Aurelio Ambrogio. Teodosio aveva fatto massacrare una folla della città di Tessalonica che nel corso di alcune proteste, aveva ucciso un ufficiale dell’impero. In procinto di entrare nell’antica basilica Porziana, dove oggi sorge San Vittore al Corpo, l’imperatore fu fermato da Ambrogio, proprio sulla soglia. Possiamo immaginare con quanta fermezza e con quanto vigore sant’Ambrogio, vestito con raffinati paramenti liturgici dorati, opponesse le sue mani contro l’imperatore. Antoon van Dyck, dipinse questa scena intorno al 1620.”

L’imperatore Teodosio e sant’Ambrogio – 1620 Antoon van Dyck

Esiste una copia precedente di questo dipinto, conservata a Vienna, datata 1618 circa e creata da Rubens, in collaborazione con lo stesso van Dyck. Le due versioni differiscono per dettagli e per impianto compositivo. La versione del 1620 mostra un impianto compositivo più libero, con forme meno definite, pennellate più ampie, ma senza le tonalità vive di Rubens, l’imperatore è senza barba.

L’imperatore Teodosio e sant’Ambrogio – 1618 circa Rubens e Antoon van Dyck

Per la cronaca: sempre proseguendo nella narrazione Teodosio si sarebbe poi pentito del suo gesto e avrebbe chiesto perdono al vescovo di Milano, che l’avrebbe successivamente accolto nella cattedrale Milanese.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...